DAL 2003 FORMA ED INFORMA SUI TABLET PC E UMPC
  • HP Pavilion x2 serie 10-p000, fotocamera e disco da 1 TB per Natale 2016
  • Venue Active Stylus (750-AAHC) per Tablet PC con digitalizzatore Synaptics a 35 €
  • ASUS per la fine 2016: ibridi, convertibili e la nuova ASUS Pen con N-Trig

Intel Core di 4a generazione: prestazioni ed autonomia per i Tablet PC del futuro

Scritto da Giacomo Fumagalli. Pubblicato in Notizie, Notizie ed Articoli

Introdotti il quattro giugno 2013, i processori Intel Core di quarta generazione saranno il cuore dei migliori Tablet PC nei prossimi diciotto mesi.

Intel introduce i nuovi processori Core i3, i5 ed i7 di quarta generazione, conosciuti anche come Core Haswell. Si tratta della di una generazione “tock” ovvero di una generazione di processori Intel dove sono state introdotte significative innovazioni nell’architettura interna senza però modificare il processo produttivo, che resta a 22 nanometri come nei processori di terza generazione (Ivy Bridge) – generazione che era invece “tick”, ovvero una generazione dove l’architettura resta praticamente immutata ma viene a modificarsi il processo produttivo.

Con Haswell siamo quindi davanti a processori a 22 nanometri dove, rispetto alla precedente generazione Ivy Bridge, Intel propone una nuova architettura, un nuovo sottosistema grafico (che acquista particolare importanza con le schede video integrate Intel Iris e Intel Iris Pro) e un nuovo livello di prestazioni in ambienti a basso consumo energetico.

Nella creazione dei Core di quarta generazione Intel ha guardato in modo particolare all’attuale stato del mercato, dove la sempre maggiore diffusione dei tablet con sistema operativo Android e iOS sta facendo sorgere in modo importante nel pubblico una richiesta di portabilità e autonomia anche per quanto riguarda i PC portatili e Tablet PC. Abituati a dispositivi leggeri che si ricaricano solo ogni due giorni gli utenti normali, ma anche quelli professionali, sono sempre meno contenti di scendere a compromessi acquistando un PC – e a fianco dei sempre presenti portatili spessi 3 o più centimetri e pesanti non meno di due chili e mezzo sta crescendo una offerta di Ultrabook e Tablet PC particolarmente compatti e leggeri, spesso con schermo inferiore ai 13 pollici, che necessariamente montano batterie più compatte e quindi richiedono processori potenti ma più efficienti dal punto di vista energetico.

A differenti esigenze, Intel ha quindi scelto di destinare diversi processori. Quattro in particolare sono le sotto-famiglie di processori Intel Core di quarta generazione destinate ai PC portatili e Tablet PC (per i PC fissi, come sempre, Intel propone soluzioni molto meno attente all’autonomia e quindi in genere molto più potenti): sono presenti i modelli con architettura quad-core serie -H, che in assoluto rappresentano le soluzioni più potenti per i PC portatili e che integrano la nuova grafica Intel Iris Pro; i modelli quad-core o dual-core della famiglia -M, pensati per le macchine di dimensioni classiche che guardano più alla potenza che all’autonomia; i modelli serie -U, pensati per macchine compatte ed Ultrabook e che occasionalmente offrono anche grafica Intel Iris; i modelli serie -Y, i più attenti all’autonomia pensati in modo specifico per i Tablet PC ibridi.
Per quanto riguarda le serie -U e -Y siamo davanti non solo a dei semplici processori ma ad un System-on-Chip: tutto sarà integrato in un unico pacchetto, per ottimizzare dimensioni sulla scheda madre e consumo.

Rispetto alla precedente generazione di processori Intel, i nuovi Core Haswell si mettono in mostra dal punto di vista fisico per alcune peculiarità: un terzo della superficie in silicio (die) è dedicato alla grafica e il numero totale di transistor arriva a un miliardo e mezzo – con un aumento di duecento milioni rispetto ai Core Ivy Bridge. La superficie del die è di appena 177 millimetri quadrati, con la dimensione complessiva del SOC che è in genere di 40 X 24 X 1,5 mm (960 mm2).
Rispetto ad altre soluzioni precedenti, i Core Haswell vantano anche la co-presenza sullo stessa piastrina di processore e chipset (cha raggiunge ora la serie 8): in questo modo si riesce a controllare in modo più efficiente la temperatura di esercizio e quindi ridurre il consumo medio.

Dal punto di vista grafico i nuovi Core Haswell sono decisamente vari. A seconda della famiglia (-H, -M, -U o -Y), ma anche del singolo modello (i3, i5 o i7), possiamo avere grafiche integrate profondamente diverse. In generale possiamo osservare che nel mondo mobile la grafica prenderà nome HD5x00 sui modelli superiori ed HD4x00 nei modelli a basso consumo, mentre nel mondo desktop sarà presente solo la grafica HD4xxx. Iris ed Iris Pro saranno presenti solo sui PC portatili mentre i processori Pentium e Celeron, che a seconda del modello potranno essere basati su architettura Haswell o Bay Trail (quella con cui saranno prodotti gli Atom in vendita da fine anno), avranno una molto più vaga “HD Graphic”.

Essendo destinata ai soli modelli -H, la grafica Intel Iris Pro (HD5200) difficilmente troverà spazio nei Tablet PC, che generalmente preferiscono processori più attenti all’autonomia; anche la grafica Iris (HD5100) potrebbe però faticare a trovare spazio sui modelli convertibili in quanto presente solo sui processori con TDP da 28W: le prestazioni consumano energia e male si adattano ai dispositivi portatili.
Molto più diffuse, per i Tablet PC, saranno le grafiche Intel HD5000, HD4600, HD4400 ed HD4200, che potranno essere anche fino al 50 percento più lente di Iris – permettendo però autonomie reali superiori alle otto ore.

Dal punto di vista dell’efficienza energetica, i processori serie -U avranno un TDP (Thermal Design Power; è la quantità massima di calore che il processore deve dissipare) di 15W o, nel caso di modelli con grafica Iris, 28W. I modelli -H, dotati di grafica Iris Pro, potranno arrivare a ben 47 W.
Molto più attenti all’autonomia e facilmente raffreddabili saranno invece i processori serie -Y, destinati a macchine ibride con batterie di piccole dimensioni, che arriveranno a soli 6W.
Fondamentale è però notare che al TDP si affianca l’SDP (Scenario Design Power) che varia da modello a modello in quanto con i Core di quarta generazione il produttore del PC o Tablet PC ha la facoltà di variare le impostazioni termiche del processore in modo da ottimizzarlo su particolari parametri e su una particolare scocca. Ovviamente la modifica delle impostazioni termiche avrà una ripercussione sulle prestazioni (gli stessi serie -Y saranno molto meno performanti dei serie -U) e sarà quindi possibile l’esistenza di dispositivi con identico processore ma prestazioni diverse – e l’utente non avrà modo di modificare le impostazioni del produttore.

I nuovi Tablet PC con processore Core di quarta generazione saranno presenti sui Tablet PC a partire da luglio 2013; esteticamente i nuovi modelli saranno riconoscibili dalla nuova etichetta con struttura verticale. Intel fornirà supporto driver per Windows 7 a tutti i processori Intel Core di quarta generazione.

Articolo di Tablet PC Italia


Tags: , , , , ,


condividi questo articolo:
Giacomo Fumagalli

Giacomo Fumagalli

Psicologo classe '83 con studi a Milano e Varese, dal 2007 "il Custode" usa solamente Tablet PC con sistema operativo Windows (dispositivi attuali: HP EliteBook 2760p, Fujitsu Stylistic Q704 Waterproof e HP Stream 7). Creatore del blog informativo "il Tablet PC Italico", nel 2010 diventa responsabile di Tablet PC Italia, di cui in seguito acquisisce la proprietà. Vive di psicologia, formazione, Tablet PC e mille altre cose; adora cucinare, i gatti e le ragazze ricce; sogna l'America e il KFC a Milano.

Discussioni sul Forum

Le discussioni della comunità italiana

Area in manutenzione, ci scusiamo per il contrattempo
​Copyright 2002-2017 Tablet PC Italia
Tablet PC Italia è un sito di proprietà di Giacomo D. Fumagalli, nato da una idea di Lawrence Ladomery
Tutti i contenuti sono protetti da diritto d’autore
Tutti i marchi commerciali, nomi di prodotto e/o nomi di società citati e/o rappresentati in questo sito web appartengono ai rispettivi proprietari.
Questo sito non è in alcun modo collegato con i produttori dei prodotti rappresentati