DAL 2003 FORMA ED INFORMA SUI TABLET PC E UMPC
  • HP Pavilion x2 serie 10-p000, fotocamera e disco da 1 TB per Natale 2016
  • Venue Active Stylus (750-AAHC) per Tablet PC con digitalizzatore Synaptics a 35 €
  • ASUS per la fine 2016: ibridi, convertibili e la nuova ASUS Pen con N-Trig

Le previsioni di Tablet PC Italia per il 2015

Scritto da Giacomo Fumagalli. Pubblicato in Editoriali, Notizie ed Articoli

Il 2014 è finito – il 2015 si preannuncia ricco di novità. Ecco in breve quelle che sono le previsioni di Tablet PC Italia sull’anno che verrà.

Il 2014 è stato, per i Tablet PC, un anno di svolta (Riassunto del 2014, vero anno di svolta per i Tablet PC) che ha visto il crollo dei prezzi (con conseguente arrivo di Tablet PC decisamente validi come l’HP Stream 7 a meno di cento euro) e la sempre più capillare diffusione dei Tablet PC nel grande pubblico. A dodici anni dal lancio di Windows XP Tablet PC Edition e dei Tablet PC così come li conosciamo adesso, era anche ora.

A nostro parere anche il 2015 sarà decisamente particolare e ricco di novità. Se dovessimo azzardare delle previsioni, ecco secondo noi quello che succederà:

Microsoft Surface Pro 4 (o 3 bis)

Microsoft continuerà ad avere un posto di rilievo nel mondo dei Tablet PC con i Surface. Il Surface Pro 3 è uno dei migliori Tablet PC mai prodotti e ha fatto vedere al mondo che quando Microsoft si impegna – e lascia progettare persone che usano i Tablet PC e non gli iPad – si possono generare veri gioielli.
Anche se molto buono il Surface Pro 3 è però dotato di qualche piccolo problema di ingegnerizzazione (in particolare dal punto di vista termico) e soprattutto di processori che al momento sono di ultima generazione – ma che presto saranno di penultima in quanto nei prossimi trenta giorni Intel renderà finalmente disponibile la famiglia Broadwell (Core di quinta generazione), che consentirà un abbassamento dei consumi a parità di prestazioni.

È altamente probabile che un Surface Pro 4, visto anche solo come semplice aggiornamento dei processori mantenendo scocca e altre caratteristiche (un po’ come il Surface Pro 2 dopo il Surface Pro originale) arrivi entro fine aprile 2015 senza attendere Windows 10 in quanto Microsoft non si può permettere di proporre come modello “top di gamma” un dispositivo dotato di processori ormai vecchi.

Un Surface Pro 4 dotato della stessa scocca del Surface Pro 3 ma processori Intel Core i3, i5 ed i7 di quinta generazione potrebbe anche avere connettività WWAN 3G/4G integrata – in quanto diversi produttori di schede WiFi, Intel in primis, stanno progettando la prossima generazione di moduli WiFi con supporto WWAN nativo. Va anche detto però che Microsoft ha inserito nel Surface Pro 3 un modulo con supporto NFC ma senza antenna (e quindi non funzionale): tutto è possibile quando si parla di Microsoft.

Diversi formati di Surface

Nel 2014 Microsoft ha scelto di non lanciare il Surface Mini – ma la famiglia Surface nel 2015 vedrà altri formati. Se veramente sono stati prodotti 20000 Surface Mini è altamente improbabile che Microsoft scelga di non immetterli sul mercato (o regalarli ai partecipanti di un qualche evento) prima o poi – e attendere ancora significa lanciare un prodotto veramente obsoleto dal punto di vista hardware. Considerato anche il successo dei modelli da otto pollici con e senza Windows è difficile che il 2015 non veda arrivare un Surface Mini.

È poi possibile che ci sia un ritorno ai dieci pollici per favorire chi preferisce una macchina più compatta; anche modelli più grossi sono possibili ma snaturerebbero il concetto attuale di Surface – più che grossi Surface da 13,3 o 15,6 pollici potrebbe aver senso un modello fisso All-in-One da 19-21 pollici con schermo sganciabile per l’uso “da divano”.

In termini generali un completo rinnovo della gamma Surface arriverà sicuramente nel terzo quadrimestre 2015 con il lancio di Windows 10; prima di questo periodo è improbabile il lancio di modelli veramente nuovi.

La fine di Windows RT

Windows RT andrà definitivamente a morire, non tanto perché è un cattivo sistema operativo (al contrario, per uso aziendale è la soluzione migliore) ma perché i nuovi processori Atom rendono inutile un Windows per ARM. A parte forse il Surface Mini, il 2015 non vedrà arrivare nuove macchine con Windows RT e una volta finita la vita utile dei pochi dispositivi lanciati questo sistema operativo, novello Vista, svanirà nel silenzio e purtroppo senza troppe persone che lo rimpiangeranno.

Le tanto diffuse voci di una “fusione” tra Windows RT e Windows Phone sono a nostro parere decisamente assurde – i due sistemi operativi non hanno veramente nulla a che vedere l’uno con l’altro e non c’è alcun spazio per una fusione che sia funzionale. Windows Phone continuerà, Windows RT diventerà storia.

Abbassamento della potenza

Nella ricerca di autonomie sempre maggiori e spessori sempre minori le prestazioni dei modelli lanciati nel prossimo anno verranno ridotte – è un percorso già segnato, che ha visto la sempre maggior diffusione dei processori serie -U al posto dei molto più potenti, ma ormai di fatto estinti, processori serie -M.

Già adesso sono presenti sul mercato modelli Core i7 castrati “al fine di migliorare l’efficienza termica” che operano come Core i3 e Core i3 serie -Y che hanno le prestazioni degli Atom. La tendenza continuerà e in termini generali l’utente finale non noterà la cosa – per navigare in Internet o giocare in modo casuale un Atom è buono quanto un Core i7 quad-core – ma i professionisti che necessitano di potenza vera avranno sempre più problemi a trovare Tablet PC adatti ai loro scopi.

Maggior diffusione dei digitalizzatori attivi

Il 2015 vedrà l’arrivo sul mercato di un numero sempre maggiore di Tablet PC con digitalizzatore attivo – e sotto questo aspetto Synaptics la farà da padrone.

Ancora una volta, tuttavia, le potenzialità di inchiostro digitale verranno nascoste o non esplicitate dai produttori stessi; i modelli con penna (nella maggior parte dei casi non presente nella scatola) resteranno fortemente orientati ai mercati BYOD e professionale.

Il vuoto prima di Windows 10

Windows 10 verrà lanciato tra settembre e ottobre 2015 – il che significa che a partire da maggio, una volta completato il rinnovo della gamma e aver mostrato i modelli con Core M e Core i3/i5/i7 di quinta generazione, la maggior parte dei produttori bloccherà l’immissione sul mercato di nuovi Tablet PC, trattenendo gli sforzi per rinnovare completamente la gamma con Windows 10. Molti Tablet PC verranno prodotti a giugno, luglio e agosto – ma nulla verrà portato nei negozi.

Il 2015 sarà un anno ricco di promesse – ma anche di lunghe attese.

Articolo di Tablet PC Italia


Tags: , , , ,


condividi questo articolo:
Giacomo Fumagalli

Giacomo Fumagalli

Psicologo classe '83 con studi a Milano e Varese, dal 2007 "il Custode" usa solamente Tablet PC con sistema operativo Windows (dispositivi attuali: HP EliteBook 2760p, Fujitsu Stylistic Q704 Waterproof e HP Stream 7). Creatore del blog informativo "il Tablet PC Italico", nel 2010 diventa responsabile di Tablet PC Italia, di cui in seguito acquisisce la proprietà. Vive di psicologia, formazione, Tablet PC e mille altre cose; adora cucinare, i gatti e le ragazze ricce; sogna l'America e il KFC a Milano.
​Copyright 2002-2017 Tablet PC Italia
Tablet PC Italia è un sito di proprietà di Giacomo D. Fumagalli, nato da una idea di Lawrence Ladomery
Tutti i contenuti sono protetti da diritto d’autore
Tutti i marchi commerciali, nomi di prodotto e/o nomi di società citati e/o rappresentati in questo sito web appartengono ai rispettivi proprietari.
Questo sito non è in alcun modo collegato con i produttori dei prodotti rappresentati