HP Envy 23 TouchSmart: Recensione completa

IL DIGITALIZZATORE

L’HP Envy 23 TouchSmart propone all’utente un digitalizzatore passivo capacitivo capace di riconoscere fino a dieci dita contemporaneamente, permettendo in questo modo l’uso dello schermo anche con le dita ed il pieno supporto alle funzionalità Windows Touch.

Sul digitalizzatore c’è poco da dire – reattivo come sui Tablet PC, è di fatto un normale digitalizzatore capacitivo. Si tratta però di un digitalizzatore che, nell’uso a scrivania, si tende ad usare molto poco.

Nel momento in cui si posiziona l’Envy 23 TouchSmart su una scrivania questo offre uno spazio di lavoro molto ampio ma lo schermo si ritrova ad essere anche abbastanza alto. L’impossibilità di abbassare lo schermo, o anche solo di ridurre l’altezza dello stesso, comporta il fatto che per usare le applicazioni con le dita è costantemente necessario tenere le braccia alzate come minimo all’altezza degli occhi, spesso anche più in alto. Usare le applicazioni di Windows 8 risulta quindi abbastanza faticoso e dove possibile si tende a privilegiare mouse e tastiera.

Discorso diverso nel momento in cui si posiziona l’Envy 23 TouchSmart su un mobile, a muro o comunque in una posizione dove si può usare il dispositivo stando in piedi avendo lo schermo all’altezza della pancia – in questa situazione usare lo schermo con le dita diventa molto più confortevole e la versatilità di un 23 pollici con digitalizzatore capacitivo si fa sentire in pieno.

VOTO PARZIALE: 6/10. L’HP Envy 23 TouchSmart monta un normale digitalizzatore passivo capacitivo, con supporto fino a dieci dita contemporaneamente – ma per via della struttura poco flessibile si tende comunque ad usare mouse e tastiera. Assente il supporto alla penna, che su questa diagonale sarebbe piacevolmente utile al disegno artistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.