HP Envy 23 TouchSmart: Recensione completa

CONCLUSIONI: FATTORI NEGATIVI

– Scarsa mobilità dello schermo che rende poco piacevole l’uso con le dita
– Porte non raggiungibili comodamente
– Potenza grafica scarsa
– Grosso alimentatore esterno
– Mancano uscite video

CONCLUSIONI: FATTORI POSITIVI

– Schermo vasto in grado di fare la differenza nell’esperienza d’uso
– Buona potenza del processore
– Base abbastanza compatta, ingombro ridotto sulla scrivania
– Digitalizzatore capacitivo a dieci dita

CONCLUSIONI

Lanciato il 26 ottobre insieme a Windows 8 l’HP Envy 23 TouchSmart 23-d000el rappresenta uno primo, forse a tratti frettoloso, aggiornamento a Windows 8 della vecchia generazione di AIO TouchSmart, e questo è particolarmente evidente dalla presenza di alcuni accessori come il telecomando che risultano essere pensati per Windows 7 ed il suo Media Center.

L’impressione che si ha durante l’uso quotidiano, infatti, è quella di trovarsi davanti ad un dispositivo pensato per Windows 7, dove le applicazioni da usare con le dita c’erano ma erano così poche da non rendere necessaria una macchina ergonomica. Oltre alla presenza di accessori “di vecchia generazione” la stessa scarsa mobilità dello schermo mette in evidenza un sistema pensato per essere usato principalmente con mouse e tastiera e non con un sistema operativo come Windows 8.

In termini generali l’Envy 23 TouchSmart è un buon AIO che però non convince in modo particolare: dotato di schermo capacitivo ma non abbastanza mobile da permettere di usarlo in modo confortevole; pensato per un uso domestico ma privo di scheda video dedicata; dotato di audio Beats ma privo di subwoofer integrato; compatto e Wireless ma con un grosso e ingombrante alimentatore. Per 950 euro, prezzo medio di questo PC nella configurazione testata, si sente il diritto di pretendere qualcosa in più.

Sicuramente più attraenti sono invece le configurazioni superiori, che per cento euro in più offrono processori Intel Core i5 e grafiche dedicate AMD Radeon HD 7450A o NVIDIA GeForce GTX 630M – andando a risolvere se non altro le problematiche legate alla scarsa potenza grafica. Per rendere veramente attraente questo prodotto, però, HP dovrebbe migliorare l’ergonomia permettendo di abbassare lo schermo almeno fino ad un angolo di trenta gradi, in quanto nelle condizioni attuali il vantaggio dello schermo capacitivo viene a perdersi quasi completamente.

LA PAGELLA FINALE

Struttura ed estetica: 7/10
Schermo: 8/10
Connettività e dispositivi di input: 9/10
Digitalizzatore: 6/10
Prestazioni: 6/10
Rumorosità: 4/10
Software e personalizzazione: 6/10
Piccoli particolari: 6/10

Articolo di Tablet PC Italia – Tutti i diritti riservati. Questa recensione rispecchia le idee dell’autore e non è stato ricevuto alcun compenso per la sua pubblicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.