Anche Asus annuncia di voler abbandonare Windows RT

Mentre Nvidia svela di essere al lavoro per creare il Surface RT di seconda generazione, Asus annuncia che non ci sarà un successore del Vivo Tab RT.

Citando come scusa le vendite ridotte e il numero ridotto di applicazioni presenti nel Windows Store, il direttore esecutivo di Asus, Jerry Shen, ha annunciato che la compagnia taiwanese non produrrà più Tablet PC con sistema operativo Windows RT, la versione di Windows pensata per i processori ARM.

L’abbandono di Asus, che aveva portato in Italia il suo Vivo Tab RT già dal 26 ottobre, giorno di lancio di Windows 8 e Windows RT, segue l’abbandono di Samsung e Lenovo: a produrre i Tablet PC con la versione ARM di Windows restano quindi solo Microsoft e Dell (leggi la recensione del Dell XPS 10).

A onor del vero va però detto che le scarse vendite sono anche frutto delle specifiche del dispositivo, creato troppo sottile e quindi privo di porte USB usabili senza adattatori, ma soprattutto della politica di vendita: il Tablet PC di Asus è stato lanciato a ben 599 euro tastiera esclusa e mentre recentemente Dell e Microsoft hanno tagliato i prezzi in modo consistente (il Dell XPS 10 è in vendita a soli 299 euro) Asus ha preferito mantenere listini più elevati attivando promozioni discutibili che vedevano un Tablet Computer con Android regalato insieme ad ogni Asus Vivo RT.

La scelta di abbandonare Windows RT non influenzerà le politiche relative ai Tablet PC con Windows 8, che continueranno ad essere prodotti.

Articolo di Tablet PC Italia
Fonte | The Wall Street Journal

2 comments / Add your comment below

  1. Certo che se allo stesso prezzo di un RT (tra l’altro ora fortunatamente a prezzi competitivi) ormai si trovano ottimi tablet Atom, è un po’ assurdo comprare quello con la versione di Windows “castrara”.
    Pensiamo ad esempio al Surface RT (gran bella macchina tra l’altro) versione da 32 giga venduto allo stesso prezzo dell’Asus Vivo Tab Smart con processore Atom, 64 giga di HD e nfc.
    Entrambe le macchine hanno una autonomia reale di circa nove ore. Che senso ha ormai prendersi l’RT se sull’Atom ci installo praticamente tutto, compreso ad esempio il software di scansione e gestione stampa di una stampante multifunzione?

    1. Quello che dici è vero, e probabilmente in poco tempo porterà alla fine di Windows RT. Al momento Windows RT ha diversi vantaggi, primo tra tutti la reattività del sistema – gli Atom sono ancora tremendamente lenti e offrono esperienze utenti mediocri, mentre con i dispositivi Windows RT si possono aprire due filmati full HD e restano reattivi

Rispondi a Miki_73 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *