Microsoft presenta ufficialmente Windows 8.1 with Bing, Tablet PC più economici

Microsoft presenta ufficialmente Windows 8.1 with Bing, versione gratuita di Windows 8.1 che verrà fornita ai produttori di PC e Tablet PC che la potranno installare, insieme a Office 365 Personal, sui dispositivi con schermo da 9 pollici o meno.

Microsoft rende ufficiale Windows 8.1 with Bing: non è un nuovo sistema operativo, ma un normalissimo Windows 8.1 completamente funzionale che i produttori (non sarà resa disponibile al pubblico) potranno pre-installare gratuitamente sui PC e Tablet PC più compatti abbassando così il prezzo finale del prodotto.

Già annunciata all’evento Build lo scorso aprile (Windows 8 e Office 365 gratis sui Tablet PC da 9″ o meno, i prezzi crolleranno) la nuova versione di Windows 8.1 diventa quindi ufficiale e nel giro di poche settimane la si vedrà inserita nei primi PC e Tablet PC presentati al Computex 2014 di Taipei. Per l’utente finale non cambia nulla, in quanto Windows 8.1 with Bing è di fatto Windows 8.1 nella sua versione completa e priva di limitazioni: non siamo davanti ad un nuovo “Windows Starter”.

Le limitazioni sono presenti invece per i produttori, che avranno occasione di installare gratuitamente Windows 8.1 with Bing sui PC e Tablet PC più compatti a patto di non cambiare il motore di ricerca predefinito: Windows 8.1 with Bing è quindi un modo per cercare di arginare la diffusione di Google e dei suoi servizi, spingendo l’utente a scoprire il mondo Microsoft – ma comunque lasciandolo libero di usare qualsiasi motore di ricerca nel momento in cui non si trovi bene con Bing.

Le macchine dotate di Windows 8.1 with Bing saranno affiancate da un anno di abbonamento Office 365 Personal: gli utenti che acquisteranno i nuovi Tablet PC compatti non avranno più a disposizione una licenza perpetua di Office 2013 Home & Student ma un anno di abbonamento Office 365 Personal che offre le ultime versioni di Word, Excel, PowerPoint, OneNote, Outlook, Access e Publisher sul Tablet PC acquistato – ma anche su un secondo PC fisso o portatile già in possesso dell’utente. Al pacchetto Office si aggiungono anche 60 minuti al mese di chiamate Skype e 1000 GB aggiuntivi di spazio OneDrive.

Il passaggio da Office 2013 Home & Student a Office 365 Personal rappresenta un modo, per Microsoft, di rientrare nei costi in quanto l’utente sarà spinto a rinnovare l’abbonamento – dando, a un anno dall’acquisto, a Microsoft quello che il produttore non ha speso per la licenza. Per l’utente c’è solo da guadagnare: non solo ottiene macchine più economiche grazie alla mancata licenza di Windows, ma anche una licenza Office utilizzabile su più dispositivi.

Articolo di Tablet PC Italia
Fonte | Microsoft

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.