Tablet PC Italia compie undici anni!

Undici anni fa nasceva Tablet PC Italia. Era un’epoca diversa: le Torri gemelle erano cadute da soli nove mesi, i telefoni non erano smart, i frigoriferi non avevano il touch e lo Space Shuttle volava tranquillo nello spazio.

I Tablet PC però esistevano da molto tempo – i primi Tablet PC con MS-DOS esistono dalla fine degli anni Ottanta! – anche se è solo nel 2000 che Microsoft e Bill Gates iniziano a parlare di Tablet PC veri e propri (prima c’era il molto più generale pen computing). Il Surface, insomma, è storia vecchia (ed è decisamente meno colorato del suo predecessore!).

Per formare e informare la comunità italiana nasce quindi TabletPC.it, che con il rinnovo strutturale del 2006-2007 diventerà Tablet PC Italia e che poi si fonderà con il Tablet PC Italico diventando quello che è adesso: migliaia e migliaia di pagine con notizie, commenti, recensioni (sempre indipendenti), discussioni sul forum, gallerie fotografiche e consigli per utenti professionali e non su quale dispositivo acquistare.

Negli anni molte cose sono successe – Tablet PC Italia è però sempre restata fedele alle sue origini, continua a parlare solo di Tablet Personal Computer e presta una attenzione particolare a quell’accessorio sempre poco conosciuto – la penna – che in un tablet (se abbinato a buoni programmi come OneNote)  è veramente capace di fare la differenza.

Negli anni, Tablet PC Italia è restato – e a Dio piacendo, resterà ancora a lungo.

Se avete trovato utile il nostro lavoro, e se volete sostenere il lavoro della redazione ed aiutarci a rientrare nei costi (server, all’acquisto dei domini, allo sviluppo e manutenzione del sito e del forum e ai viaggi per andare alle varie fiere e manifestazioni nazionali ed internazionali), potete effettuare una donazione economica con PayPal o carta di credito, cliccando sul pulsante qui sotto: anche pochi euro possono essere di grande aiuto.


 

La donazione non dà particolari diritti o privilegi – cerchiamo sempre di aiutare tutti a prescindere – ma avrete la commossa gratitudine della redazione, oltre alla consapevolezza di aver contribuito a mantener viva l’informazione indipendente.

Foto | Flickr di Long Zheng

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.