Surface Pro 3, svelati i dettagli sui processori e le schede video

Presentato la scorsa settimana – arriverà in Italia il 28 agosto a partire da 819 euro tastiera esclusa – il Surface Pro 3 è un Tablet PC estremamente interessante – ma Microsoft è stata molto vaga sulle sue specifiche del suo nuovo dispositivo. ZD Net svela però i nomi esatti dei processori, svelando alcune specifiche e potenzialità importanti.

Dotato di schermo da 12 pollici in formato 3:2 e risoluzione 2160×1440 pixel, il Surface Pro 3 rappresenta una profonda innovazione per Microsoft – e non solo perchè usa un digitalizzatore N-Trig: il nuovo dispositivo è, infatti, acquistabile con diversi processori, per meglio adeguarsi alle esigenze del singolo.

Microsoft non è però stata molto prodiga di informazioni relativamente ai processori presenti sul Surface Pro 3, dicendo semplicemente che sono presenti “processori Intel Core i3, i5 ed i7 di quarta generazione” – affermazione estremamente vaga in quanto i processori Haswell sono disponibili in una moltitudine di diverse famiglie, ognuna dotata di caratteristiche termiche, potenza e soprattutto scheda grafica diversa (nei processori Core, infatti, la scheda grafica è integrata insieme al processore).

Ed Bott di ZD Net, parlando con gli ingegneri Microsoft, è però riuscito a scoprire gli esatti processori utilizzati sui nuovi Tablet PC che arriveranno negli USA il 20 giugno e in Italia il 28 agosto. Il Surface Pro 3 monta sia processori Core serie -Y, dotati di TDP estramente ridotto, sia i più normali processori serie -U che operano comunque a bassissimo voltaggio ottimizzando autonomia e potenza. In particolare il Surface Pro 3 monta i processori Intel Core i3-4020Y, Intel Core i5-4300U e Intel Core i7-4650U.

Si tratta di tre processori profondamente diversi: vedi la comparazione tra i tre processori sul sito Intel.

Il processore base, Core i3-4020Y, è caratterizzato dal TDP più basso (11,5 W contro i 15 W dei modelli superiori) ma è anche il più lento, avendo frequenza di 1,5 GHz e non disponendo di funzionalità Turbo Boost 2.0, che aumenta le prestazioni del processore in caso di bisogno. Il Core i3-4020Y è inoltre affiancato dalla scheda video integrata Intel HD4200.

Il processore Intel Core i5-4300U, già utilizzato sul Surface Pro 2, ha una frequenza di 1,9 GHz che, grazie alla funzionalità Turbo Boost, può arrivare a un massimo di 2,9 GHz. Il TDP è più elevato, arrivando a 15 W (ma questo non significa necessariamente consumi superiori, in quanto essendo più veloce completa i compiti in minor tempo ritornando più in fretta nello stato di riposo caratterizzato da richieste energetiche ridottissime) e la scheda grafica integrata è la Intel HD4400 normalmente presente nei Tablet PC di ultima generazione.

E’ però il processore Intel Core i7-4650U che rappresenta la grande innovazione. Dotato di TDP di 15 W e frequenza di 1,7 GHz capace di aumentare fino a 3,3 GHz grazie alla tecnologia Turbo Boost, questo processore è affiancato dalla scheda video Intel HD5000, qualcosa di unico per potenza nell’attuale scenario Tablet PC.

Tutti e tre i processori del Surface Pro 3 sono in grado di supportare tre schermi: gli ingegneri Microsoft intervistati da Ed Bott confermano che il modello Core i3 è in grado di operare senza problemi con due schermi esterni Full HD (1920 x 1080 a 60 Hz) mentre i modelli superiori hanno potenza sufficiente per offrire all’utente due schermi esterni ad una risoluzione massima di 2880×1800.

Sicuramente da citare è che dalle schede tecniche Intel relative ai processori emerge un particolare interessante: se il prezzo più elevato del Surface Pro 3 con processore Intel Core i7 -4650U appare motivato, in quanto da solo il processore costa da solo ben 426 dollari, i processori Intel Core i3-4020Y e Core i5-4300U costano a Microsoft la stessa cifra, avendo entrambi il prezzo di 281 dollari. Il Surface Pro 3 con Core i3 non sarebbe quindi particolarmente più economico per Microsoft, ma solo caratterizzato da un minor margine di guadagno.

Grazie a Drini per la segnalazione.

Articolo di Tablet PC Italia
Fonte | ZD Net

16 comments / Add your comment below

  1. Non osavo sperare nell’HD5000 per l’i7…. Perfezione assoluta!
    Meglio di così, semplicemente, non li potevano fare!
    Mi sorge spontanea una domanda, però: come fanno 3 processori con consumi diversi ad avere la stessa autonomia su device con lo stesso peso?
    Cos’è, zavorrano l’i3 per bilanciare il peso in più della batteria dell’i7???

    1. Semplice: le tre configurazioni non hanno la stessa autonomia, anche se considerando i processori l’autonomia varia di un 10-15 percento (il che significa anche una piena ora, con uso Office).
      O i dati Microsoft sull’autonomia si riferiscono ad una media dei tre prodotti, o si riferiscono al modello i5, che dovrebbe essere quello più attento all’autonomia.

      1. Immagino volessi dire i3…. comunque è proprio quello che mi preoccupa: 9 ore sono un ottimo risultato, ma se sono riferite all’i3 significa che l’i7 dovrebbe avere le stesse 7:30 del Surface Pro 2, approssimativamente….

        1. No, i Core i3, non disponendo di alcune funzionalità presenti nei processori superiori, sono meno efficienti dal punto di vista energetico.

          1. A parità di “classe” si, ma l’i3 ha un TDP più basso del 25%…. che senso avrebbe usare un i3 serie Y se il consumo fosse più alto, se il prezzo è maggiore rispetto ad un i3 seie U?

  2. http://www.computershopper.com/slideshow/first-look-inside-and-out-microsoft-surface-pro-3/microsoft-surface-pro-3-hinge-mechanism Custode qui tra le ultime diapositive immagini della componentistica interna. Io vorrei capire se la memoria è saldata alla scheda madre. Per il resto a che ci sono vorrei prendere un fratello maggiore parecchio tosto all’Asus Note 8. Ergo o i7 e hd5000 (vorrei iniziare a fare videoediting serio per migliorare didatticamente le lezioni da docente e non so se l’i5 con 8gb di ram sia sufficiente per volare con Adobe After Effects… Considera che non ho un pc fisso né ho intenzione di prenderlo. Con il SP voglio l’allinone) o attendo Broadwell e con esso un altro anno scolastico con la medesima didattica in attesa di un SP4 (spero al Build 2015 con Windows 9).

  3. Ma volendo usare il SP3 anche con programmi tipo Autodesk Inventor (3D), è necessaria/sufficiente una HD5000 ?
    Potrebbe essere sufficiente l’I5 con HD4200?
    In alternativa, non esistono schede video esterne da collegare all’occorrenza?

    1. Con la HD4400 si riesce a giocare a videogiochi recenti con impostazioni medie, per cui dovrebbe supportare senza problemi AutoDesk Inventor.
      La HD4200 potrebbe invece fornire una esperienza non soddisfacente, considerate le limitazioni sulla risoluzione degli schemi

      1. Grazie Custode! Come lo avrai in anteprima? L’hai acquistato dagli States? Per il resto potresti vedere pure cosa sia il problema throttling che alcuni denunciano sul forum tabletpcreview?
        Su WiDi e miracast ti chiedo perché ho appurato che il WiDi funziona meglio!

        1. Lo vedrò ed utilizzerò all’evento di presentazione per la stampa italiana e poi vedrò di farmi dare una unità di prova per una recensione approfondita e dettagliata.
          Il problema di throttling è semplicemente frutto di una caratteristica dei processori Intel. Se non è presente un sistema di raffreddamento superiore (come nel Surface Pro 3, che per via dello spessore ha ventole di dimensione limitata) nel momento in cui li si mette il dispositivo sotto sforzo estremo a lungo, per esempio con dei videogiochi di ultima generazione, i processori riducono le prestazioni in modo da ridurre il riscaldamento del sistema ed evitare di arrivare alla disattivazione del sistema.

      2. Scriverai una recensione? Quale modello avrai in mano? Dagli States parlano di diversi bug per l’i5 che cala di prestazioni. Poi la fotocamera posteriore ha pure problemi per la digitalizzazione su OneNote Mx. Potresti provarla? Io sono interessato alla versione i3 sperando avrà prestazioni discrete, ma non ti nascondo che se trovo il SP1 a 299€ in Sicilia, vendo il Note8 e prendo il SP1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.